Author Archive by Michele Naldi

Come vincere la sfida del Sismabonus 110

Il corso, nel quale sarò docente per 5 ore di lezione con inizio il 4 dicembre 2020, è rivolto ai progettisti strutturali e ai direttori dei lavori che vogliono apprendere e/o approfondire le principali opzioni e tecniche di fattibilità e sistemi tecnologici che rendono possibili gli interventi di adeguamento sismico degli edifici.
Sono previsti crediti per le seguenti categorie: ingegneri, architetti, geometri e periti.
Per maggiori informazioni IIPLE Bologna

“Festa della storia 2020” a Castel San Pietro Terme

Lunedì 9 novembre 2020

Ore 18.00 – ONLINE “Festa della storia” di Castel San Pietro Terme dal link di Youtube della Festa della Storia

Presentazione del libro di  Michele Naldi : “LA FABBRICA DI SAN FRANCESCO E I MINORI OSSERVANTI IN CASTRO SANCTI PETRI” .  La chiesa di San Francesco fu costruita agli inizi del 1600. Purtroppo fu demolita nel corso dell’ultima Guerra Mondiale e mai più ricostruita, perciò l’autore ha ricercato, visionato e studiato molti documenti storici conservati in vari archivi e testi storici del tempo.   Inoltre Michele Naldi fa un accenno  sul suo nuovo libro di prossima pubblicazione riguardante  il passaggio  a  Castel San Pietro di San Francesco, nel 1222, dal titolo “GIOVANNI DI PIETRO DI BERNARDONE SI FERMA NEL SOBBORGO E VI PREDICA”.  A cura dell’Associazione Culturale TERRA STORIA MEMORIA di Castel San Pietro Terme.

L’evento sarà preceduto dai saluti dell’Assessore alla Cultura del Comune di Castel San Pietro Terme Fabrizio Dondi.

Convegno Superbonus 110%

Il giorno 1 Ottobre 2020 in diretta Web, si terrà il convegno “Superbonus 110%: Opportunità, elementi di attenzione e gestione economica” nell’ambito del progetto europeo H2020
INNOVEAS – “INNOVating the uptake of Energy Auditing Schemes for SMEs”, Organizzato da IIPLE CPTO Edilizia Bologna.

Sarò relatore per la parte inerente al “Sismabonus: requisiti, procedura, esempi di calcolo e asseverazione tecnica”

 

Autori in Biblioteca

Mercoledì

23 settembre

ore 18:00

MICHELE NALDI

Ingegnere e storico di Castel San Pietro Terme.

La Fabbrica di S. Francesco e i Minori Osservanti in Castro Sancti Petri. 2019 Il titolo riassume il contenuto del quaderno storico circa l’Ex Chiesa Francescana che si ergeva solenne in Castel San Pietro Terme in via Palestro, visibile dalla piazza. L’Ex Chiesa di San Francesco, non esiste più dall’ultimo conflitto mondiale. Identificò il primo contenitore architettonico della realtà francescana in “Castro Sancti Petri in Bononien”, così come si chiamava Castel San Pietro Terme al momento della sua fondazione e della prima realtà francescana a Bologna, città fondatrice. Il testo tratta la storia dell’Ex Chiesa e le origini dei Minori Osservanti a partire dal 1521 fino alla loro scomparsa, avvenuta nel 1810 a causa delle soppressioni napoleoniche. Saranno raccontati gli avvenimenti storici salienti, tra cui la fondazione dell’Accademia Letteria denominata “Accademia Delli Immaturi”».

Progetto strutturale di un solaio per civile abitazione in vetro stratificato

A Castel San Pietro Terme in pieno centro storico, ho appena progettato un solaio con struttura portante in vetro, costituita da lastre con sequenza temprato+indurito+temprato ed intercalare in PVB.

Applicando la CNR-DT 210/2013, si è proceduto al dimensionamento delle lastre anche in condizione post rottura.

Tramite il metodo Enhanced Effective Thickness, si è determinato lo spessore equivalente della lastra al fine di determinare lo stato tensionale agente in funzione della ipotesi di vincolo e dei sovraccarichi distribuiti e concentrati puntuali, applicati sulla lastra stessa.

Rinforzo capriate lignee esistenti nella Chiesa SS Trinità a Bologna

La chiesa della SS Trinità fu eretta per volontà dell’antica comunità delle monache Gesuate già insediate in area limitrofa fin dalla meta del secolo XV. La costruzione, su progetto del bolognese Francesco Martini ebbe inizio nel 1662 ed ebbe termine nel 1709.

L’intervento riguarda il consolidamento delle capriate lignee di copertura nella Chiesa della SS Trinità a Bologna, in via Santo Stefano, mediante il rinforzo dei nodi di collegamento e delle catene di contrasto alla spinta orizzontale dei puntoni.

Progetto e direzione lavori delle Strutture: Dott.Ing. Gilberto Dallavalle – Dott.Ing.Michele Naldi

Progetto Architettonico e direzione lavori: Arch. Giorgio Pasqualini

 

Prove di carico su piastra eseguite sul rilevato stradale del Ponte Mingardona

La prova di carico eseguita, permette di determinare il modulo di deformazione Md al fine di una misura convenzionale della capacità portante del rilevato stradale.  Mediante una prova di carico a doppio ciclo di carico con piastra circolare di diametro 300 mm, si determina il modulo di deformazione Md con l’espressione riportata nel Bollettino Ufficiale n.146 CNR del 14 Dicembre 1992, ossia ottenuto dal rapporto tra l’incremento della pressione trasmessa alla piastra circolare e il corrispondente incremento di cedimento della superficie, il tutto moltiplicato per il diametro della piastra.

Un cammino lungo quattro secoli

Un cammino lungo quattro secoli

«Il Convento dei Frati Cappuccini è al centro della vita culturale e sociale, oltre che religiosa, della città, e al suo interno si può sempre trovare un sorriso e una porta aperta – sono le parole del sindaco Fausto Tinti, riferite dall’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi, che ha partecipato all’incontro in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale -. L’idea di Padre Paolo di una pubblicazione che metta a fuoco l’intervento di consolidamento della Chiesa del Convento, oltre alle sorprendenti scoperte che si sono rivelate mettendo a nuovo la struttura, non poteva che trovare nell’Amministrazione comunale un motivo di grande entusiasmo e interesse. E’ una pura e semplice “questione d’affetto”, per riprendere lo slogan che contraddistingue questa collaborazione tra le molte persone che hanno manifestato attenzione spontanea e partecipazione fattiva alla raccolta fondi per il restauro della Chiesa. Verso di loro la nostra Amministrazione ha un debito di gratitudine e sono certo che la presente pubblicazione sarà un ulteriore strumento di ricerca e d’interpretazione della nostra storia, così piena di autentica generosità, come quella che i frati minori del Convento dei Cappuccini di Castel San Pietro ci hanno sempre elargito a piene mani».

Presente in queste biblioteche

 

La Fabbrica di S. Francesco e i Minori Osservanti in Castro Sancti Petri

La Fabbrica di S. Francesco e i Minori Osservanti in Castro Sancti Petri

Non sono uno storico, tanto meno uno scrittore.

L’incipit introduttivo non è tra i migliori al fine di raccontare, alla mia Città, sull’ex Chiesa di S.Francesco e l’Ordine dei Minori Osservanti in Castel San Pietro. Prego quindi il lettore di perdonarmi qualora si aspettasse da parte mia, un documento completo e saliente riguardo l’ex fabbrica francescana; il mio desiderio, nella piena umiltà delle mie facoltà di “storico” è stato quello di raccogliere, cercando umilmente di ordinare e trascrivere in semplici appunti, le informazioni reperite dopo circa due anni di ricerche e di studi. Mi scuso fin d’ora col lettore nel caso ci fossero inesattezze, ovviamente non volute ma assai probabili nell’arduo compito di riassumere stessi eventi riportati da più fonti, a volte non facilmente leggibili e cronologicamente confuse.

Autore: Giovanni Buonfiglioli

Spero che lo scopo sia stato raggiunto in queste poche pagine.

L’ex Chiesa di San Francesco, tassello storico del Castrum Sancti Petri, con la Sua presenza e testimonianza, conserva, valorizza e accresce la storia locale del nostro amatissimo Castello.

Interessante la citazione di Padre Flaminio di Parma nel primo tomo delle Sue “Memorie Istoriche”: “Molti dell’insegne Studio di Bologna si ricoverarono in Castello S.Pietro, come in luogo assai acconcio, per tranquillamente coltivare le Scienze”.

La “caccia” al documento non è stata semplice, ve lo assicuro, tanto meno scrivere circa la vita di un fabbricato e di una comunità religiosa, quando oramai essi non esistono più da qualche secolo.

Tale ricerca però mi ha anche molto appassionato, sia come curioso che come socio dell’Assoc. TERRA STORIA MEMORIA. In tanti momenti ho percepito netta la sensazione di essere avvolto da una piacevolissima atmosfera quasi di mistero perché penetravo sempre più in un vissuto che mi appartiene come cittadino di Castel San Pietro Terme e come fortunato erede di questa comunità.

 

La documentazione visionata, presente nei vari archivi consultati, è scarsa e scarna di planimetrie o schemi grafici salienti che possano raffigurare nella sua completezza l’Ex Chiesa di San Francesco, eretta solenne di fronte alla Piazza Saragozza, che costeggiava la via Framella di Sotto (oggi via Palestro).

Il tempo trascorso tra l’idea di scrivere questo quaderno e la concretizzazione della stessa su un foglio di carta è stato di circa due anni, convissuti, confesso, con parecchi ripensamenti e dubbi: l’attesa mi ha comunque sempre permesso la continua consultazione dei documenti storici riguardo i Minori Osservanti che affioravano sfogliando i faldoni conservati tra i vari Archivi: il lettore ripensi all’esclamazione di Gregorio Magno “Mi è stato più utile il lungo dubbio di Tommaso che la fede immediata della Maddalena”.

La fabbrica francescana non esiste più dall’ultimo conflitto mondiale, completamente cancellata dalle mine tedesche nel 1945. Gli Osservanti a Castel San Pietro non esistono più dal 1810.

L’unica testimonianza materiale rimane nella guglia del campanile, che ora si trova – ancora solenne – nel giardino interno alla canonica della Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maggiore.

Ringrazio quanti nelle mie ricerche mi sono stati larghi di consigli, suggerimenti e testi ormai rari (alcuni di essi, dono prezioso del caro amico Luigi Castellari, mancato alcuni anni fa).

Un grazie particolare è rivolto alla Prof. Lia Collina e all’Ing. Eolo Zuppiroli, che mi hanno sempre sostenuto in questa iniziativa, fornendomi preziosa documentazione.

Un grazie particolare all’amico Marco Casadio Loreti, il quale mi ha aiutato nella consultazione dei documenti nei vari archivi.

Ancora un grazie speciale all’amico e Maestro Giorgio Biondi, attento lettore di questo manoscritto e correttore delle bozze.

Castrum Sancti Petri, Die 13 Maius MMXIX

Presente in queste biblioteche


Docente per il corso “CAPOSQUADRA: EVOLUZIONE TECNOLOGICA DEL CANTIERE 2020″ presso IIPLE di Bologna

Il corso (momentaneamente sospeso per emergenza sanitaria) prevede tre lezioni di mia docenza e precisamente:

  1. Trasformazione tecnologica degli elementi architettonici e dei sistemi costruttivi negli edifici nuovi: sistemi costruttivi a secco, prefabbricati, strutture miste in acciaio e c/a.
  2. Trasformazione tecnologica degli elementi architettonici e dei sistemi costruttivi negli edifici nuovi: strutture ed edifici in legno lamellare e multistrato
  3. L’impatto degli impianti sulle strutture edilizie, interferenze con le lavorazioni tradizionali e corrette modalità di gestione delle criticità durante l’istallazione.

Corsi caposquadra

Per info